Operaio muore schiacciato da un carrello elevatore nel porto di Salerno: aveva 40 anni

Incidente sul lavoro al porto commerciale di Salerno. Nel primo pomeriggio di oggi e’ morto un operaio di 4o anni. Stando ad una prima ricostruzione, l’uomo, per cause in corso d’accertamento, sarebbe rimasto schiacciato da un carrello. Sul posto i sanitari del 118 che hanno trasportato il 42enne all’ospedale San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona di Salerno. Li’ e’ deceduto per le gravi ferite riportate. Indagano le forze dell’ordine. La vittima si chiamava Benianimo Tafuri, ed era dipendente dei Magazzini Generali. Era alle prese con alcune cataste di bande di rame quando si e’ visto piombare addosso un carrello elevatore che lo ha letteralmente travolto. Lascia la moglie e una figlia di 8 anni. L’operaio soccorso dai colleghi e’ deceduto poco dopo il ricovero a

causa delle ferite riportate, tra cui lo spappolamento del fegato, al Ruggi d’Aragona. Sul luogo dell’incidente sono arrivati gli agenti della polizia di frontiera diretti da Giuliana Postiglione, che hanno ascoltato quanti in quel momento hanno assistito all’incidente. A coordinare le indagini il pm della procura di Salerno, Vittorio Santoro.

Commenti

Commenti