2595

Sarno, il monaco di Gerusalemme- le famiglie che accolgono il religioso tra tradizione e santità

Come ogni anno nel corso del mese di Novembre per le strade di Sarno è consuetudine incontrare un monaco o meglio il monaco di Gerusalemme. Diverse figure sono rimaste impresse nella mente e nel cuore dei sarnesi e ancora oggi sono ricordate per la loro semplicità, umiltà e spirito di sacrificio sopratutto tra i più anziani. Da secoli i fratelli del Commissariato Generale di Terra Santa in Napoli percorrono paesi e città questuando di casa in casa e raccogliendo l’obolo per i Luoghi Santi tra

gli iscritti all’Opera Pia di Terra Santa. Nei tempi passati, quando le vocazioni erano fiorenti, erano molti i fratelli che si dedicavano a questo prezioso Apostolato, ricoprendo tutto il territorio degli Abruzzi – Molise – Campania – Puglia – Calabria e Basilicata.
Ora, purtroppo, i fratelli Collettori si sono ridotti notevolmente, ma sono pur sempre molto desiderati e stimati e la loro presenza nelle case è molto gradita e ritenuta una grande benedizione. Quando arrivano nei paesi è grande festa e tutte le famiglie si onorano di ospitarli. A Sarno sono moltissime che aspettano l’arrivo del religioso, per tante è diventata una tradizione che si tramanda da generazioni. 

Commenti

Commenti