171031170948-15-manhattan-incident-1031-restricted-truck-for-story-exlarge-169

New York- strage di ciclisti a Manhattan. L’ombra del terrorismo fa tremare la Grande Mela

Erano da poco passate le 15  nella Grande Mela quando un uomo alla guida di furgone modello pick-up piomba su una pista ciclabile uccidendo 8 persone e ferendone 15, terminando la folle corsa schiantandosi contro uno scuola bus; quattro i feriti estratti dalle lamiere. Un bilancio ancora provvisorio quello delle vittime che potrebbe salire nelle prossime ore. La polizia intervenuta sul posto ha bloccato l’uomo. Sceso dal mezzo il folle impugnava delle armi risultate poi giocattoli. Gli agenti hanno allora sparato, colpendolo a una gamba. Attualmente si trova ricoverato in un ospedale della zona sotto stretta sorveglianza. La strage dei ciclisti

è accaduta davanti alla Peter Stuyvesant High School, a Tribeca, nel sud di Manhattan, vicino a Ground Zero. La guida delle indagini è passata all’FBI. Le autorità al momento non hanno confermato la natura terroristica dell’attentato, limitandosi a definirlo “deliberato”. Fonti giornalistiche americane riportano testimonianze di persone che avrebbero sentito l’uomo urlare: “Allah Akbar”.

Commenti

Commenti