poliziotti-insegue

Napoli, scippa il cellulare a una donna: ‘placcato’ da un poliziotto ex rugbista

Era abituato a fare i placcaggi nei campi di rugby. Ma da quando è in polizia spesso di trova a doverli fare nei confronti di ladir e scippatori. Oggi è capitato a un immigrato che aveva picchiato una donna e poi le aveva scippato il telefono cellulare, nella Villa Comunale di Napoli, ma un poliziotto, ex rugbista delle Fiamme Oro, lo ha inseguito e lo bloccato insieme con altri colleghi. E’ successo in via Riviera di Chiaia, all’angolo con il Rione Sirignano. L’immigrato, Amadou Jaiteh, 18 anni, originario del Gambia, in Italia con un permesso di soggiorno per asilo politico, e’ stato arrestato. Ora e’

in attesa di essere giudicato con rito direttissimo. Il cellulare e’ stato restituito alla donna, una 48enne, che ha riportato contusioni giudicate guaribili in dieci giorni. L’agente ex atleta, che ha 43 anni, nel 2003 fini’ in coma a causa di un pericoloso inseguimento nell’aeroporto di Roma-Fiumicino: cadde dall’altezza di 8 metri mentre tentava di acciuffare un immigrato da rimpatriare.

Commenti

Commenti