800px-AmerigoVespucci-600×450

C.mare: Amerigo Vespucci, gli orari di apertura al pubblico della nave

 Era il 22 Febbraio 1931 quando a Castellammare di Stabia viene varata l’Amerigo Vespucci. Fu progettata dal vice-comandante del cantiere navale, il tenente colonnello Francesco Rotundi, che sempre nei cantieri aveva progettato la nave gemella, il “Cristoforo Colombo, varata sempre in acque stabiesi il 4 aprile 1928. Interamente costruita e allestita presso il Regio Cantiere Navale stabiese, è ad oggi l’unità navale più anziana nella Marina Militare. Entrò in servizio come nave scuola il 6 giugno del 1931, utilizzata per l’addestramento degli allievi dell’Accademia Navale di Livorno. L’addestramento e la navigazione degli stessi è tutt’ora accompagnato dallo storico motto della nave, assegnato nel 1978 “Non chi comincia ma quel che persevera”.Originariamente il motto era “Per la Patria e per il Re”, già

appartenuto al precedente Amerigo Vespucci, sostituito una prima volta, dopo il secondo conflitto mondiale, con “Saldi nella furia dei venti e degli eventi”, infine con quello attuale. Considerata una delle navi più belle al mondo, lo storico vascello, dopo un’assenza di cinque mesi dalle acque italiane che l’ha portata per la campagna d’istruzione in America , ripercorrendo la stessa rotta di Cristoforo Colombo. Ritornata il 23 settembre nel porto di la Spezia è ripartita per Civitavecchia e da qui arriverà a Castellammare di Stabia dove sarà ormeggiata allo Stabia Main Port il 5 e il 6 ottobre. La nave sarà aperta alle visite giovedì dalle ore 15 alle ore 18.00 e venerdì dalle ore 10 alle ore 12.00. Un’occasione quasi unica per i cittadini  di onorare sua Maestà Amerigo Vespucci, che mancava da Castellammare di Stabia dal 2011. 

Commenti

Commenti