municipio castellammare

Castellammare, il sindaco ‘cede’ ai civici: presidenza del consiglio e un assessore

Castellammare di Stabia. Nuovi equilibri a Palazzo Farnese in vista della nuova giunta comunale che nei prossimi giorni sarà presentata. Giornata abbastanza tranquilla, quella di oggi. Il sindaco ha trascorso la giornata  “in missione” in Regione Campania per incontrare Mario Casillo, capogruppo del Pd a Palazzo Santa Lucia. Casillo avrebbe chiesto “ai suoi” di cedere alle richieste formulate dai consiglieri del blocco civico dissidenti. Il PD sarebbe pronto a concedere lo scranno di Presidente del Consiglio Comunale ad un consigliere civico. Un posto per Eutalia Esposito che sarebbe, inoltre, la prima donna a rivestire questo incarico nella storia consiliare della città. Il sindaco e i suoi sarebbero disposti a “sacrificare” Eduardo Melisse, attuale presidente dell’Assise. Sacrificarne uno per recuperarne sette.Una formula che non fa una grinza in

politica. E che rafforzerebbe ancora di più il primo cittadino e tutta la coalizione . Bisogna sottolineare che Tina Somma ha aderito, qualche giorno fa a Campania Libera, e di conseguenza dopo un riordino degli uomini in giunta dovrà allinearsi al consigliere Ciro Cascone che, attualmente, è sotto il simbolo della lista del governatore De Luca. Senza dimenticare inoltre che anche il consigliere Marino  ha deciso di sostenere Pannullo. L’opposizione, quindi, non sarà più composta da 9 membri bensì da 7, ammesso che dopo il sacrificio Melisse resti in maggioranza. Trovato l’accordo con Area Civica, Antonio Pannullo potrebbe governare con 18 voti, compreso il suo. Una maggioranza corposa per poter proseguire il percorso amministrativo.
Renato Pagano

Commenti

Commenti