piccirillo

Caserta esalta lo Stabia che vendica la beffa di Bassano

Prima di fare qualche breve considerazione sulla prima gara ufficiale dello Stabia in questa nuova stagione, voglio ringraziare il nuovo allenatore Caserta e tutti i ragazzi della nuova squadra per aver vendicato la sconfitta dei play off nella famigerata sfida di Bassano, persa ai rigori dopo il vergognoso annullamento del gol di Gomez all’ultimo minuto dei supplementari. Ancora una volta i tifosi stabiesi hanno mostrato il loro attaccamento nei confronti della squadra, giungendo piuttosto numerosi allo stadio Pinto di Caserta, campo

interno innaturale, per i noti ritardi nell’avvio dei lavori del manto erboso del Menti da parte dell’amministrazione comunale. E ora vengo alla facile vittoria ottenuta dalla squadra guidata dal duo Caserta Ferrara contro il Bassano allenato da Magi, che annovera tra le proprie fila gli ex Salvi e Diop. Caserta ha tenuto fuori diversi calciatori importanti, alcuni in odore di partenza, altri a scopo precauzionale e ha optato per Bacci in porta, Nava, Atanasov, Redolfi e Dentice in difesa, a centrocampo i nuovi Calò e Viola, assieme al più esperto Matute e in attacco il talento del Torino primavera Berardi assieme al giovane esterno spallino Strefezza e al ”vecchio” Paponi. Lo Stabia è partito subito forte, realizzando un bel gol con un tiro da fiori del promettente Berardi e attaccando in lungo in largo con diversi pericoli per la porta di Grandi. Nonostante il netto predominio stabiese il Bassano ha trovato il pari con Minesso, subendo però un’altra marcatura stabiese proprio allo scadere del primo tempo con un colpo di testa di Strefezza. Nella ripresa lo Stabia ha chiuso la pratica qualificazione con Nava, che ha ben sostituito Cancellotti sulla corsia bassa destra e Caserta ha dato spazio prima a Mastalli per Matute e nel finale a Capece per Calò e a Rosafio per Berardi. E’ molto presto per esprimere giudizi compiuti, ma lo Stabia sembra già una buona squadra dalla cintola in su, anche se deve risolvere al più presto la questione dell’agognata conferma di Ripa, mentre è da rivedere contro avversari più forti in fase di contenimento e già il prossimo turno di coppa Italia in programma sabato prossimo contro l’Ascoli in trasferta potrà essere indicativo a riguardo.

Commenti

Commenti