Ecomafia-litalia-fa-un-passo-indietro-L-HG8ZFe

SARNO- Via Pioppazze amianto e fusti di vernice nell’area delle palazzine- Intervengono le Fiamme Gialle

Ignoti avrebbero seppellito rifiuti speciali in un terreno dove a pochi passi sorge un complesso di case popolari, incuranti che potessero arrecare danni  agli abitanti della zona e a loro stessi. Sarno via Pioppazze: gli uomini della Guardia di Finanza di Scafati hanno individuato e  sequestrato un’area all’aperto di circa 700 metri quadrati diventata una discarica: rifiuti in fibrocemento in amianto (eternit), considerato altamente cancerogeno, fusti di vernice e rifiuti speciali di altra natura. Su disposizione della Procura della Repubblica di Nocera Inferiore, i militari sono intervenuti insieme con il personale dell’ARPAC( L’Agenzia regionale protezione ambientale Campania) su una zona diventata una bomba ecologica per mano dell’uomo; contaminata dal deterioramento del metallo causato da intemperie, in particolare: piogge acide, liberando fibre aereodispersibili inquinanti non solo il suolo ma anche l’aria. Le indagini proseguiranno tese all’individuazione dei responsabili.

Il Ministero della Salute ha stilato una mappa nel 2016 delle zone della penisola italiana più esposte all’inquinamento e al rischio tumorale. In tutto sono 44 le aree del Paese inquinate oltre ogni limite di legge. Nelle suddette aree i tumori sono aumentati anche del 90% in appena dieci anni. Secondo la mappa la regione Campania è 5. Sono stati osservati eccessi della mortalità in entrambi i generi per tutti i principali gruppi di cause, con eccessi di mortalità per il tumore polmonare, epatico e gastrico, del rene e della vescica.

Poi c’è il Sarno, noto come il fiume più inquinato d’Europa. Nel tratto che attraversa Scafati il corso d’acqua è praticamente morto, in esso non c’è vita, ma veleno. A Scafati si muore di tumore più che altrove.

Commenti

Commenti