Sarno: dalle scritte offensive alla bomba- la donna era pronta ad agire in pieno centro

Agiva a notte fonda, quando era certa di non essere vista. Il suo campo d’azione, da qualche mese, le mura di diverse zone del paese. I suoi segni particolari: scritte deliranti vergate contro il Sindaco, consiglieri comunali, autorità nazionali. L’autrice degli imbratti è stata arrestata dagli uomini del locale commissariato, alle 3 di questa notte, nei pressi di Piazza Marconi:

si tratterebbe di Anna Maria Malfettone. La presenza della donna data l’ora non è passata inosservata agli agenti in servizio di perlustrazione del territorio i quali, insospettiti dall’atteggiamento della stessa, già reduce da fatti analoghi, l’ hanno fermata per un controllo. A seguito della perquisizione, sono stati rinvenuti all’interno della borsa della 44enne: una bomba artigianale grande come una lattina d’alluminio con una miccia di accensione lunga circa 25 cm e un manganello telescopico estensibile. Questi oggetti hanno fatto presupporre che Malfettone, probabilmente, avesse intenzione di passare dalle scritte offensive a veri è propri atti intimidatori con materiale esplosivo. Dopo l’arresto, l’Autorità Giudiziaria ha disposto il regime degli arresti domiciliari per la colpevole; che resta in attesa di altre decisioni.

Commenti

Commenti