fiore

Quando Roberto Fiore pagò la trasferta di Formia a 2000 Stabiesi incluso pranzo e birra

Nel mondo dello sport ci sono due modi per lasciare il segno: il primo è ottenere grandi risultati, il secondo farti apprezzare per le tue doti umane. Roberto Fiore è riuscito a fare entrambe le cose. A Castellammare, sette anni tra il ’90 ed il ’97 alla Juve Stabia. Con il rammarico di quella Serie B sfiorata ma mai ottenuta. Restano però le belle pagine scritte in quegli anni, per un legame importante con questa città. Ci è ritornato nel giorno dei suoi 90 anni, per festeggiare il compleanno insieme a chi ha condiviso con lui quest’esperienza. Con tanto di colonna sonora, un coro da stadio che ha segnato un’epoca: “Roberto Fiore, Presidente, tu hai fatto innamorare questa gente, nei tuoi occhi c’è il futuro, questa squadra non la batte più nessuno”. Dirigente amato e apprezzato, da squadra e tifosi. A Castellammare passò alla storia per un episodio, legato ad una trasferta a Formia. Vinicio, allora

allenatore della Juve Stabia, disse che era fondamentale l’apporto del pubblico per ottenere almeno un punto. Fiore acquistò tutti i biglietti del settore ospiti ed offrì a 2.000 tifosi il trasferimento in pullman e un cestino con pane e mortadella, birra e frutta. “Pareggiammo, quel punto mi costò 100 milioni: ma non rimpiango niente, anzi!”. Soldi ben spesi, senza alcun rimpianto. “Dio benedica tutti i soldi investiti nella Juve Stabia”.
Roberto Fiore è stato questo: cuore, passione ed eleganza.

Ora tre grandi piazze del calcio campano piangono per la sua morte, resta però il ricordo di un vero gentleman dello sport. FONTE http://gianlucadimarzio.com/it/il-record-di-abbonamenti-il-sogno-pele-sivori-e-altafini-napoli-piange-roberto-fiore-il-presidente-amato-dai-tifosi

Commenti

Commenti